Cancellieri? Idem….

4 Nov

L’Italia è il paese delle chiacchiere inutili o fuori argomento. Per esempio è a suo modo meraviglioso come sia subito cominciato un accapigliamento generale su quello che dovrebbe essere il tema meno rilevante della questione Cancellieri-Ligresti. Ovvero si è partiti con un confronto accesissimo tra, perdonerete la semplificazione, “manettari” vs “garantisti” se  sia lecito che un ministro predisponga degli accertamenti a tutela della salute di un detenuto su segnalazione, sopratutto nel caso in cui il detenuto sia vicino al Ministro.
Messa così a me sfuggono totalmente i motivi di tanto rumore. Verificare il corretto funzionamento del sistema carcerario rientra o no nelle facoltà di un Ministro della Giustizia? E questo ovviamente sia si parli di un poveraccio sia si tratti di una persona nota. E, tuttalpiù, si potrebbe eccepire con qualche buona ragione che una questione del genere andrebbe risolta ben prima di arrivare al vertice della catena di comando. Ma qui andiamo sul discorso lungo, anche se importantissimo, di come funzionano male le cose in Italia sopratutto riguardo la Giustizia.

Il problema invece è che con tutto questo rumore mi sembra passi in secondo piano la questione principale: è lecito che un Ministro (della Giustizia peraltro) chiami una conoscente mettendosi a sua disposizione nei riguardi della questione giudiziaria della figlia POCO DOPO il suo arresto (e non quindi all’aggravarsi delle condizioni di questa) esprimendo inoltre giudizi negativi sull’operato della magistratura?

Ed è su questo tema che  il Presidente del Consiglio dovrebbe adoperare lo stesso metro che lo ha portato a chiedere le dimissioni, per fatti meno gravi, ad un altro ministro. O no?

Annunci

3 Risposte to “Cancellieri? Idem….”

  1. anto 04/11/2013 a 18:37 #

    Beh, la ministra ha peccato, ma non ha commesso un reato. Non è simpatica, frequenta brutta gente, ma con questo criterio dovremmo spazzare via il governo. Al di la delle parole di più o meno circostanza, a sua carico non c’è un fico secco dal punto di vista legale. Poi, ripeto, se vogliamo che si dimetta perché troppo cogliona, va bene!

    • Kilgore Trout 04/11/2013 a 20:48 #

      Anto per le dimissioni serve il reato? Spero davero che, almeno al di fuori del PDL, questo discorso sia superato. E non centra la coglionaggine…

  2. Paolo Bersani 04/11/2013 a 22:54 #

    Per la verità non così poco dopo. Abbastanza tempo per poter dire che il rifiuto del cibo era diventato un problema. Ma la vera questione è che la Cancellieri, che piaccia o no come persona conta alla fine poco più di nulla, sta effettivamente mettendo in piedi un programma per rendere meno vergognosa la vita dei detenuti nelle nostre sovraffollate carceri. Se conosciamo la nostra politica, prevediamo che se dovesse dimettersi lei tutto il suo piano carceri sarebbe mandato a farsi benedire. Insomma, che ci sia simpatica o meno, che le si voglia credere o meno sul caso Ligresti, il bene della comunità -intesa nella sua interezza- richiede che resti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: