Archivio | Uncategorized RSS feed for this section

Cambiare le regole del gioco

7 Ago

ibdb (reloaded)

elbakyanA proposito di Scienza (e in qualche modo anche di come la si comunica)

Alexandra Elbakyan è la fondatrice di Sci-Hub un database di oltre 60 milioni di articoli scientifici liberamente consultabili online. Un database pirata, perchè gli articoli che Sci-Hub rende disponibili sono scaricati  utilizzando i siti accademici che, pagando, attingono dalle fonti autorizzate ovvero giganti del settore come Elsevier, Springer, etc. Ha ovviamente avuto un enorme successo, il costo per accedere ad una rivista specializzata è proibitivo per i ricercatori nei paesi in via di sviluppo e lo sta diventando anche per moltissimi ricercatori qui da noi, per esempio “La Sapienza” ha chiuso i rubinetti per molti abbonamenti a riviste scientifiche mediche.
Forse è presto per dire so se siamo di fronte ad un “Napster della Scienza”, Napster fu il primo servizio di  musica online che diede il via alla rivoluzione digitale nel campo della musica, di fatto…

View original post 260 altre parole

Annunci

10 dischi che ricorderò del 2015

3 Gen

 

1 Israel Nash Israel Nash’s Silver Season
2 The Decemberists What a Terrible World, What a Beautiful World
3 Florence and The Machine How Big, How Blue, How Beautiful
4 Ryan Adams 1989
5 Anderson East Delilah
6 Dave Alvin And Phil Alvin Lost Time
7 Chris Cornell Higher Truth
8 Mumford&Sons Wilder Mind
9 The White Buffalo Love And The Death Of Damnation
10 Brandi Carlile The Firewatcher’s Daughter

Rivelazione : Terence Hansen – Some Of My Ghosts

#LaBellaResistenza e i guerrieri Ninja

24 Apr

lpado.blog

Cari amici, purtroppo si avvicina il 70º anniversario della liberazione. Lo so, qui a nessuno frega sega del 25 aprile, ma è comunque opportuno fasarci al meglio per evitare inutili perdite di tempo.

So che nessuno di voi si sognerebbe di lanciarsi in noiosi approfondimenti divisivi o inutili distinguo ideologici, ma volevo comunque condividere qualche highlight, sperando possa esservi utile. In seguito al brainstorming, vi inoltrerò qualche slide, assieme ai vostri follow-up.

Andiamo con ordine.

View original post 785 altre parole

Gli originali che non ti aspetti 2

9 Gen

Nel 1995, due anni prima del successo planetario di Natalie Imbruglia, la band losangelina Ednaswap pubblicava il suo eponimo album di esordio nel quale era contenuta “Torn”. Il brano, composto da due membri della band, Scott Cutler e Anne Preven, e da Phil Thornalley, musicista e produttore inglese con un passato di produttore e bassista per i Cure, fu da quest’ultimo registrato insieme alla Imbruglia nel 1997.

Curiosamente la prima incisione di questo brano  non è neanche la versione degli Ednaswap perché la cantante Lis Sorensen li anticipò con una versione  in danese: “Brændt” (vedi il secondo video).

 

La mia musica del 2013

5 Gen

A futura memoria la lista dei dischi (continuiamo a chiamarli così) usciti ed ascoltati nel 2013, in ordine di personale gradimento:AVETT BROTHERS    Magpie and Dandelion
ISRAEL NASH GRIPKA    Rain Plans
LEE HARVEY OSMOND    The Folk Sinner
CHRISTOPHER OWENS    Lysandre
JOSH RITTER    The Beast In Its Tracks
NICK CAVE & THE BAD SEEDS    Push The Sky Away
RICHARD THOMPSON    Electric
TEDESCHI TRUCKS BAND    Made Up My Mind
JOHN MELLENCAMP    Ghost Brothers…
STEVE EARLE    The Low Highway
JONATHAN WILSON    Fanfare
JOHN FOGERTY    Wrote A Song…
ANDREW COMBS    Worried Man
BEN HARPER & CHARLIE MUSSELWHITE    Get Up
BOZ SCAGGS    Memphis
IRON & WINE    Ghost on Ghost
JOHNNY MARR    The messenger
LONE BELLOW    The Lone Bellow
PEARL JAM    Lightning Bolt
ERIC CLAPTON    Old Socks
DAVID BOWIE    The Next Day
ARBOURETUM    Coming Out Of The Fog
BILLY BRAGG    Tooth & Nail
DANA FUCHS    Bliss Avenue
KURT VILE    Waking on A Pretty Daze
SPIN DOCTORS    If The River was Whiskey
VARI – LEVON HELM tribute    Love for Levon
YO LA TENGO    Fade
DEVON ALLMAN    Turquoise
MAZZY STAR    Seasons of your Day
RON SEXSMITH    Forever Endeavour
SON VOLT    Honky Tonk
AARON NEVILLE    My True Story
ARCADE FIRE    Reflektor
JOHN GRANT    Pale Green Ghosts
MASSIMO BUBOLA    In Alto I Cuori
DAFT PUNK    Random access memories

AVETT BROTHERS Magpie and Dandelion
ISRAEL NASH GRIPKA Rain Plans
LEE HARVEY OSMOND The Folk Sinner
CHRISTOPHER OWENS Lysandre
JOSH RITTER The Beast In Its Tracks
NICK CAVE & THE BAD SEEDS Push The Sky Away
RICHARD THOMPSON Electric
TEDESCHI TRUCKS BAND Made Up My Mind
JOHN MELLENCAMP Ghost Brothers…
STEVE EARLE The Low Highway
JONATHAN WILSON Fanfare
JOHN FOGERTY Wrote A Song…
ANDREW COMBS Worried Man
BEN HARPER & CHARLIE MUSSELWHITE Get Up
BOZ SCAGGS Memphis
IRON & WINE Ghost on Ghost
JOHNNY MARR The messenger
LONE BELLOW The Lone Bellow
PEARL JAM Lightning Bolt
ERIC CLAPTON Old Socks
DAVID BOWIE The Next Day
ARBOURETUM Coming Out Of The Fog
BILLY BRAGG Tooth & Nail
DANA FUCHS Bliss Avenue
KURT VILE Waking on A Pretty Daze
SPIN DOCTORS If The River was Whiskey
VARI – LEVON HELM tribute Love for Levon
YO LA TENGO Fade
DEVON ALLMAN Turquoise
MAZZY STAR Seasons of your Day
RON SEXSMITH Forever Endeavour
SON VOLT Honky Tonk
AARON NEVILLE My True Story
ARCADE FIRE Reflektor
JOHN GRANT Pale Green Ghosts
MASSIMO BUBOLA In Alto I Cuori
DAFT PUNK Random access memories

Cancellieri? Idem….

4 Nov

L’Italia è il paese delle chiacchiere inutili o fuori argomento. Per esempio è a suo modo meraviglioso come sia subito cominciato un accapigliamento generale su quello che dovrebbe essere il tema meno rilevante della questione Cancellieri-Ligresti. Ovvero si è partiti con un confronto accesissimo tra, perdonerete la semplificazione, “manettari” vs “garantisti” se  sia lecito che un ministro predisponga degli accertamenti a tutela della salute di un detenuto su segnalazione, sopratutto nel caso in cui il detenuto sia vicino al Ministro.
Messa così a me sfuggono totalmente i motivi di tanto rumore. Verificare il corretto funzionamento del sistema carcerario rientra o no nelle facoltà di un Ministro della Giustizia? E questo ovviamente sia si parli di un poveraccio sia si tratti di una persona nota. E, tuttalpiù, si potrebbe eccepire con qualche buona ragione che una questione del genere andrebbe risolta ben prima di arrivare al vertice della catena di comando. Ma qui andiamo sul discorso lungo, anche se importantissimo, di come funzionano male le cose in Italia sopratutto riguardo la Giustizia.

Il problema invece è che con tutto questo rumore mi sembra passi in secondo piano la questione principale: è lecito che un Ministro (della Giustizia peraltro) chiami una conoscente mettendosi a sua disposizione nei riguardi della questione giudiziaria della figlia POCO DOPO il suo arresto (e non quindi all’aggravarsi delle condizioni di questa) esprimendo inoltre giudizi negativi sull’operato della magistratura?

Ed è su questo tema che  il Presidente del Consiglio dovrebbe adoperare lo stesso metro che lo ha portato a chiedere le dimissioni, per fatti meno gravi, ad un altro ministro. O no?

L’America ci sente

22 Ott

Le chiacchere stanno a zero, Alberto Sordi ci aveva visto lungo

 

Pinterest hit

22 Apr

Da quando utilizzo Pinterest non mi era mai capitato di vedere un “pin” avere così tanto successo come la foto di Dorothea Lange che vedete qui sotto. 206 repin in meno di una settimana. Un motivo ulteriore per comprendere come spesso una foto acquisti valore se viene raccontato bene il contesto che essa rappresenta.

Traveling Light: August 1936. “Oklahoma farm family on highway between Blythe and Indio. Forced by the drought of 1936 to abandon their farm, they set out with their children to drive to California. Picking cotton in Arizona for a day or two at a time gave them enough for food and gas to continue. On this day they were within a day’s travel of their destination, Bakersfield. Their car had broken down en route and was abandoned.” Medium-format negative by Dorothea Lange.

Immagine

Oscar Niemeyer (1907-2012)

6 Dic

Oscar Niemeyer (1907-2012)

Il Museo di Arte Contemporanea a Niteroi, Rio de Janeiro

Le mappe delle elezioni USA 2012

9 Nov

Durante la notte elettorale statunitense le abbiamo viste colorarsi di blu o rosso a seconda dell’attribuzione di uno stato al candidato democratico o repubblicano. Sono le mappe elettorali che  qui da noi, vengono usate con molta parsimonia, forse per pudore dopo l’esilarante caso delle bandierine di Emilio Fede.
Tornando agli Stati Uniti Robert  Vanderbei è andato ancora più nel dettaglio e contea per contea ha mostrato come sono cambiati gli orientamenti politici in America in 4 anni.

by Robert J. Vanderbei

http://www.princeton.edu/~rvdb
Molto interessante è poi  la mappa animata con le variazione dal 1960 al 2008.

In effetti guardando le mappe può apparire poco comprensibile come Obama possa aver vinto visto che il rosso, il colore assegnato ai repubblicani, domina chiaramente. Questo è l’effetto di distorsione dovuto alla differente densità abitativa degli stati per cui aree poco popolate ma estese, dove in genere si vota repubblicano, appaiono più “pesanti” di aree molto popolate.
Un altro ricercatore, Mark Neumann dell’Università del Michigan, ha cercato di superare questo problema distorcendo le mappe in modo che la dimensione di ogni stato riflettesse  l’importanza demografica di questo oppure, come nell’esempio sottostante, il numero di grandi elettori che esso assegnava:

© 2012 M. E. J. Newman

Così in effetti le cose acquistano un maggior senso. Se poi aggiungiamo una ulteriore raffinatezza, ovvero scendiamo a livello di contea e graduiamo il colore in base alle rispettive percentuali dei due partiti otteniamo la mappa seguente che spiega bene come ci siano diverse aree fortemente blu (democratiche) generalmente corrispondenti alle grandi città e che, nel resto del paese, la questione sia molto più sfumata con l’evidenziazione di alcune piccole, demograficamente, roccaforti repubblicane.

© 2012 M. E. J. Newman