Tag Archives: basketball

Los Angeles – Boston 4 a 3

18 Giu
Certo il confronto fra le noiose partite del Mondale di Calcio, col Jabulani che sfarfallando sembra dare problemi più agli attaccanti che ai portieri, e l’altro evento sportivo del momento, la finale NBA è imbarazzante. Fantastica, nelle emozioni se non nel gioco, Gara 7 di ieri notte che ha concluso la serie a favore di Los Angeles. Speriamo in un miglioramento del gioco "nostrano", ma intanto un ringraziamento ai fantastici protagonisti dell’eterna sfida Los Angeles – Boston è d’obbligo.

Meglio la palla a spicchi…

6 Mag
Dopo la squallida settimana  di calcio appena culminata con la tristissima finale di Coppa Italia, triste nel  gioco e soprattutto nei comportamenti, non posso che ringraziare il fatto di essere in realtà un amante del basketball, sport dove le soddisfazioni non mancano mai anche dal punto di vista dei comportamenti.
Per esempio quello dei Phoenix Suns impegnati ieri nella seconda gara di playoff , "Cinco de Mayo"  giornata dell’orgoglio messicano negli States. Per una sera  la squadra dell’Arizona si è chiamata "Los Suns" e i giocatori sono scesi in campo,  vincendo contro San Antonio, indossando una maglietta con tale scritta per protesta contro la nuova legge sull’immigrazione fatta passare in Arizona dal governatore Jan Brewer.

"Protestiamo perché questa nuova legge potrebbe riaprire le porte a problemi razziali e di emarginazione – ha detto la stella della squadra Steve Nash – la qualità della vita e la libertà dei cittadini latino-americani potrebbe cambiare a causa di questa decisione. (…) E’ una decisione che danneggia gravemente le nostre libertà civili, e scredita il nostro Stato di fronte al mondo(…) Ed è un pessimo esempio per i giovani e qualcosa della quale possiamo farne a meno."

Steve Kerr, general manager della squadra ed ex grande giocatore, ha aggiunto: "Vogliamo solo celebrare la diversità che esiste nel nostro stato e nella NBA. Sappiamo cosa sta accadendo e non siamo assolutamente d’accordo con la legge".

La legge rende un crimine essere negli Stati Uniti illegalmente e ordina alla polizia di verificare lo status di immigrazione e i documenti di chiunque sia sospettato di esssere entrato nella nazione illegalmente.  Suona familiare?

Ve li immaginate Totti e Materazzi,  assumere una posizione altrettanto netta contro il "Pacchetto sicurezza" e scendere in campo con magliette con su scritto روما  e  "KIMATAIFA"?


L'importante è continuamente…sempre.

11 Feb

Un abbraccio ad Antonio e complimenti per la bellissima iniziativa.