Tag Archives: Fazio

Maroni, sempre teso…

23 Nov

Comunque la si pensi su Fabio Fazio e su Roberto Saviano è fuor di dubbio che l’evento televisivo dell’anno sia la loro trasmissione. E non è solo per una questione di numeri, anche se questo aspetto ha evidentemente la sua rilevanza (cito a proposito l’interessante ipotesi dei 5 milioni di Severgnini, qui sintetizzata da Luca Sofri). La formula degli elenchi su cui si basa la trasmissione pur non essendo una novità assoluta, chi ha letto Hornby o ha frequentato il mondo dei blog  nel periodo della “listmania” lo conosce bene, dà al programma una rapidità nella veicolazione del messaggio sicuramente nuova nel panorama logorroico e berciante della nostra televisione. E’ in particolare mi sembra  ancora più efficace  se ad utilizzare questo metodo è un personaggio che invece siamo abituati ad ascoltare in altre forme. Mi riferisco ad alcuni dei personaggi politici transitati per la trasmissione: gli interventi di Nichi Vendola, Emma Bonino, Susanna Camusso sono sembrati autentici, diretti, “thought-provoking” direbbero gli anglosassoni. E ancora più risaltano in una trasmissione che, ecco il lato negativo, in alcuni momenti sembra una messa laica.

Fin qui le belle figure, rimane da commentare l’uso piuttosto furbo, e credo quindi perdente, che di quello spazio ne hanno fatto gli altri politici invitati, Bersani e Fini, e autoinvitati ovvero Maroni, Sopratutto quest ultimo, ma anche Fini a dir la verità, ha totalmente ignorato l’accordo con gli autori avventurandosi in un  “elenco delle iniziative per contrastare le mafie” che in realtà è stato un comizio con tanto di risultati sbandierati, domande retoriche, e chiuso, guarda un po’, invocando il federalismo come soluzione del problema mafia.

Devo dire che a me Maroni ha ricordato, nel confronto fra i due mezzi di comunicazione,il politico di una formidabile gag di Carlo Verdone.